Fine tutela Pmi, nessun lotto a Enel nelle aste…

Fine tutela Pmi, nessun lotto a Enel nelle aste A2A, Iren e Axpo tra gli aggiudicatari. Molti i sorteggi. Entro metà maggio la presentazione delle garanzie. Attesa sul ricorso al Tar di C.M.

Enel è tra i soggetti non selezionati nelle aste per l’assegnazione del servizio a tutele graduali alle circa 200 mila piccole imprese svoltesi il 26 aprile (QE 27/4). Tra questi, secondo le prime indiscrezioni, ci sarebbe anche Edison. Venendo invece agli aggiudicatari provvisori, le indiscrezioni indicano A2A nei lotti Lombardia (esclusa Milano) e Veneto/ Liguria/Trentino, Iren nell’area Comune di Milano/Friuli-Venezia Giulia/Valle d’Aosta e in quella Puglia/Toscana (ma solo dopo l’esclusione di Hera per il superamento della soglia Antitrust del 35%) e Axpo in Piemonte/Emilia. A quanto appreso da QE, si sarebbero verificati diversi casi di parità di offerta, con conseguente aggiudicazione tramite sorteggio. Ora entro 12 giorni lavorativi i soggetti selezionati dovranno presentare le garanzie. In caso di problemi verrebbero ripescati gli operatori esclusi. La pubblicazione ufficiale degli esiti è prevista entro il 31 maggio. Come accennato, in base al decreto Mise dello scorso dicembre, la procedura prevede un tetto antitrust del 35% sui volumi di elettricità complessivi per tutte le aree territoriali. Tetto peraltro impugnato al Tar da Enel (QE 18/3), unitamente ad altri passaggi del decreto Mise quali la mancata previsione di clausole sociali e il mancato reintegro dei costi sostenuti a fronte della perdita dei clienti per effetto della creazione del servizio a tutele graduali. Al momento non risulta fissata la data per l’udienza.

Slide SEI UNA P.IVA? SCOPRI L'OFFERTA! SEI UN PRIVATO?